Cartolia Premio Umane Tracce.jpg

PREMIO F­OTOGRAFICO | Umane Tracce 0.1

Edizione 2021

Si è conclusa la prima edizione del premio fotografico Umane Tracce, dedicato alla memoria di Nicola Paccagnella. Una giuria attenta e specializzata, composta da professionisti in vari campi dell’immagine, ha esaminato i 90 progetti sottoposti al premio, valutandone linguaggio, stile, capacità narrativa e concept.

Il progetto vincitore di questa prima edizione, diventerà un libro Crowdbooks, presentato in occasione della Premiazione e inaugurazione della mostra a cura di Paola Riccardi, che verrà esposta presso lo spazio Temporary Bacone 4 (Milano) dal 24 al 27 Marzo 2022. La Premiazione si terrà giovedì 24 marzo alle ore 18.30.

PRIMO PREMIO 

 SIMONE CERIO

"Love Givers"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Motivazione

 

 

Un lavoro che propone un importante tema di attualità come quello dei Love Givers, di cui in Italia si parla ancora molto poco, raccontando la possibilità per disabili di poter avere scambi d’amore sereni, assistiti in una “terapia condivisa”. Il tema è  trattato con delicatezza, rispetto e l’apertura etica di saper creare una visione non preconcetta delle situazioni. Da esso emergono importanti valori quali inclusione, intelligenza emotiva, il rispetto per l’altro. Linguisticamente è espresso in uno stile reportagistico non scontato, con luci che riportano al linguaggio cinematografico.

 SIMONE CERIO

biografia

Simone Cerio nasce a Pescara nel 1983. È un fotografo documentarista italiano, da sempre interessato a linguaggi ibridi, le sue immagini possiedono una narrativa che evidenzia l’importanza della relazione profonda con l’altro.

Il filo che lega i suoi lavori è il tema dell’identità e delle disuguaglianze, e l’uso di uno storytelling estremamente intimo.

       

SECONDO PREMIO 

ROSA MARINIELLO

"Vitiligo"

 

 

 

 

Motivazione

Per il coraggio del tema e per la capacità di rendere esteticamente attraenti storie e soggetti che vivono la quotidiana difficoltà di una malattia come la vitiligine. Un lavoro realizzato in 5 diversi Paesi (India, Cina, Danimarca, Cuba, Italia) che si interroga sui temi della bellezza, dell’identità e del cambiamento, creando con assoluta coerenza stilistica uno spazio importante di intimità e di auto-rappresentazione che risponde pienamente alla complessità delle storie individuali.

 

ROSA MARINIELLO

biografia

Rosa Mariniello, nasce a Napoli nel 1970. Dopo la laurea in Architettura, collabora come fotografa e segue progetti personali legati allo studio del paesaggio urbano e rurale italiano. Nel frattempo si inoltra in nuovi percorsi fotografici legati al Ritratto. Lavora come fotografa di Scena e video-maker e dal 2011come fotoreporter internazionale entrando in European News Agency & G.N.S.PRESS.

MENZIONE D'ONORE

 Noemi Comi

 "Alba Lux"

 

 

Motivazione

Per la novità di un linguaggio contemporaneo e personale che utilizza elementi cromatici in senso narrativo, rivolgendo la propria attenzione a un tema di non trascurabile interesse come quello della NDE (esperienze di premorte). Il lavoro è organizzato in una sintassi interessante e densa (dittici all’interno di strutture narrative a trittico) che suscita curiosità nello spettatore e condensazione di significati.

NOEMI COMI

biografia

Noemi Comi (CZ, 1996). Fotografa concettuale e documentaria. Ha studiato a Firenze dove si è laureata in fotografia nel 2020. La sua fotografia è in continua evoluzione e segue un percorso multidisciplinare. Vuole combinare arte e scienza cercando di abbattere qualsiasi tabù. Le sue opere seguono un’estetica ben definita, dominata da tinte forti e atmosfere surreali.

LOVE GIVERS.pdf_1.jpg
vitiligo.jpg
Noemi_Comi_Alba_lux.pdf_6.jpg
Noemi_Comi_Alba_lux.pdf_5.jpg
Noemi_Comi_Alba_lux.pdf_4.jpg
LOVE GIVERS.pdf_19.jpg
LOVE GIVERS.pdf_12.jpg
LOVE GIVERS.pdf_11.jpg